Ecco i motivi per  ristrutturare o costruire un edificio a consumo energetico "quasi zero" (NZEB)

1. Consapevolezza energetica 

Un edificio a basso consumo energetico (CasaClima - PassivHaus) è caratterizzato da un fabbisogno termico molto basso, e permette quindi di risparmiare sui costi di riscaldamento, di migliorare il comfort abitativo e di aumentare sul lungo periodo il valore dell’immobile. Tre le componenti particolarmente importanti: un’efficace coibentazione dell’involucro esterno dell’edificio, la presenza di vetrate termiche che fanno entrare quanta più luce possibile ma impediscono la fuoriuscita del calore, una costruzione con buona tenuta all'aria (sfatiamo il mito dei muri che "respirano"!!). 
2. Comfort 

Un buon isolamento delle pareti non giova solo al portafoglio, ma aumenta anche il comfort. La coibentazione delle pareti esterne può aumentare le temperature delle superfici, mentre contemporaneamente si abbassa la temperatura dell’ambiente. Tutto questo ha effetti positivi sul comfort abitativo e sul fabbisogno energetico. Una buona coibentazione del perimetro dell’edificio si rivela utile anche in estate, perché è uno dei fattori principali per impedire il surriscaldamento. 
3. Amica dell’ambiente e del clima 

Gli impianti di riscaldamento sono una delle maggiori fonti di inquinamento atmosferico. Un edificio a bassissimo consumo energetico permette di risparmiare anche il 90% di energia rispetto ad un edificio tradizionale, e di ridurre proporzionalmente l’emissione di sostanze inquinanti nell’aria. Vengono infatti ridotte non solo le emissioni di polveri sottili, ossido di carbonio, ossidi di azoto ed idrocarburi, ma anche quelle di gas pericolosi per il clima. Costruire tenendo conto dell’efficienza energetica si rivela quindi un importante contributo per la tutela dell’ambiente e del clima. 

4. Amica della salute 

Il 90% del nostro tempo lo trascorriamo in ambienti chiusi: è chiaro pertanto che la qualità degli ambienti influisce parecchio sul nostro benessere e sulla nostra salute. 

5. Economica 

Grazie all’isolamento, i costi di riscaldamento vengono ridotti radicalmente, per questo essa è la base della tecnica edile CasaClima. Quasi il 70% dei costi energetici di una famiglia si devono al riscaldamento. 
6. Assenza di difetti edili 

Il primo passo verso un edificio a bassissimo consumo energetico è un’attenta progettazione, che prende in considerazione in particolare dettagli critici relativi alla tecnica edile ed energetica. Contemporaneamente, si pone attenzione ad una gestione corretta. In questo modo, un edificio con certificazione volontaria (CasaClima, PassivHaus)  è priva dei difetti edili più frequenti. 
7. Aumento di valore 

Solo il fatto che l’impiantistica viene rinnovata già dopo 15 o 20 anni, mentre invece le pareti esterne dell’edificio non vengono toccate per un periodo tra i 30 ed i 60 anni, induce ad utilizzare materiali di valore ed elementi isolanti efficaci. Le spese necessarie devono essere considerate come un investimento per il futuro.

Architettura e Costruzioni - studio associato 

31, via Cuneo - 12012 Boves (CN)    -    P.IVA/CF 03434690040

  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon