Ecobonus 2017: come partire.

23/12/2016

 

“La Legge di bilancio 2017 modifica la scadenza dell’ecobonus del 65%, che sarà a disposizione dei contribuenti ancora per un anno. Nelle singole unità immobiliari si potrà sfruttare l’incentivo fino al 31 dicembre 2017. Ma ancora più diluito è il termine per gli interventi relativi a parti comuni degli edifici condominiali: 31 dicembre 2021.

La detrazione vale sempre per alcune categorie di lavori con massimi di sconto differenti. I bonus più significativi per la riqualificazione globale di edifici (100mila euro), interventi su pareti, tetti e solai, sostituzione serramenti e infissi, installazione di pannelli solari (60mila euro). La riduzione dall’Irpef o dall’Ires continua a essere ripartita in dieci rate annuali di pari importo.

Le novità riguardano le percentuali di sconto per la riqualificazione di parti comuni degli edifici condominiali. La detrazione può raggiungere il 75% se le opere sono finalizzate a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva.”

 

Fonte: Il Sole24Ore

 

Con la recente approvazione del testo della legge di bilancio 2017 è stato dunque confermato il pacchetto di detrazioni fiscali ancora in vigore per tutto il 2017 e, per le parti comuni degli edifici condominiali, sino a fine 2021.

Non resta che approfittare della cosa.

Innanzi tutto si deve procedere con una analisi dello stato di fatto: una “diagnosi energetica” dell’edificio che vada ad identificare quali siano i punti di debolezza dello stesso e pertanto dove sia necessario intervenire al fine di non spendere denari inutilmente. In seguito, individuati i punti deboli, si interverrà di conseguenza con una progettazione mirata.

Un’idea potrebbe essere partire con un semplice report termografico della propria casa. Questa operazione ci può dare un’idea di massima per sapere dove sono le problematiche principali del nostro edificio. Successivamente si potranno approfondire le analisi per risolvere nel modo migliore i problemi rilevati, prestando attenzione al rapporto “costo dei lavori/beneficio risultante”.

Un servizio che viene offerto per un periodo limitato, ed ai primi 10 che aderiranno all’iniziativa compilando la domanda e precisando nel campo “oggetto della consulenza” : report termografico.

Il tutto si trova a questo link:

 

http://www.architettura-e-costruzioni.com/consulenza-on-line

 

Colgo l’occasione per fare i migliori auguri di buon Natale!

 

Marco Mauro architetto

Please reload

Post in evidenza

Pietraporzio: “Edifici pubblici a consumo energetico ZERO”

October 5, 2017

1/4
Please reload

Post recenti